2019 - Lago di Bolsena e Monte Amiata

Lago e montagna, terme e benessere, cibo e vino






Da tanto tempo avevamo intenzione di fare un giro per il lago di Bolsena e vedere tutta la zona di Pitigliano. Decidiamo quindi di fare 3 giorni con la prima tappa sul lago, la seconda a Saturnia e la terza ad Abbadia San Salvatore sul monte Amiata. Partiamo di domenica, a Maggio, probabilmente il più brutto Maggio degli ultimi decenni ... ed infatti partiamo con l'acqua e arriviamo con l'acqua ... veramente un delirio. Facciamo sosta per pranzo a Orvieto (o meglio attracchiamo!!! :) e visitiamo il bellissimo pozzo di San Patrizio che è veramente originale per come è fatto, e molto piacevole da visitare. Purtroppo la pioggia non dà tregua, quindi salpiamo verso Bolsena senza poter visitare la città sotterranea e le altre bellezze di Orvieto, dovremo quindi tornarci un'altra volta. Pensavamo che il diluvio in autostrada fosse il peggio ed invece ci siamo trovati sotto un nubifragio fin sul lago. E' stata veramente stancante la discesa nel cratere dove giace il lago di Bolsena dovendo attraversare vari fiumi di fango che tagliavano la strada per non parlare della visibilità quasi nulla. Dopo tanta fatica giungiamo a Bolsena e proseguiamo fino a Marta dove alloggiamo, perdendo 2 ore ad asciugare la roba e poi via a cena a sfogare la delusione per una giornata in "barca". Non parte meglio la mattina seguente, ancora pioggia. Finalmente, dopo un veloce passaggio alle caratteristiche Sorano e Sovana, spunta il sole. La perla della giornata è però Pitigliano. Con il clima finalmente asciutto possiamo godere di una splendida passeggiata per il bellissimo paese. La città, costruita su una collina di tufo, è molto bella e caratteristica con delle vedute spettacolari dal perimetro esterno e tante bellezze storiche per le vie del centro. Il pomeriggio lo dedichiamo al relax a Saturnia siccome abbiamo preso un b&b che ci ha permesso di arrivare a piedi alle cascate del mulino. Solito gran spettacolo alle cascate e tanto relax nelle acque calde. Come aperitivo una bottiglia di Morellino di Scansano e tutti contenti :) La mattina seguente si parte per il Monte Amiata. La strada sarebbe molto bella da Murci, Roccalbegna, Arcidosso e poi su al monte ma purtroppo le forti piogge dei giorni precedenti hanno lasciato la strada sporca e scivolosa. Non abbiamo, soprattutto io alla guida, potuto godere in pieno del panorama e della guida dovendo prestare più attenzione all'asfalto che al resto. La salita al Monte Amiata è molto bella, come detto prima la strada era sporca, però è comunque stata una piacevole "passeggiata" lenta e tranquilla. Prima di fermarci per la notte ad Abbadia, abbiamo proseguito per Radicofani con l'intenzione di visitare la rocca e il paese ma purtroppo è arrivato un bel temporale che ci ha in parte rovinato la visita. Il giorno del rientro abbiamo attraversato nuovamente la bellissima val di Chiana e val d'Orcia per arrivare all'autostrada a Chianciano e cominciare il rientro verso casa.